Il Cammino “La Via Francigena dei Sanniti” è un percorso Storico, Archeologico e GeoNaturalistico che si percorre su antiche vie di epoche Romana e sui Tratturi Preistorici e Medioevali. Il Sannio, un’antica regione che occupava una porzione dell’Appennino Centro –Meridionale abitata dai Sanniti tra il VII-VI secolo a.C. e i primi secoli del I millennio d.C., che corrisponde all’attuale Molise, alla fascia meridionale dell’Abruzzo nonché ai settori nord-orientali della Campania. Il Percorso georefereziato e individuato con segnavia (freccia giallo – rosso), ha inizio a nel Molise, a Venafro o Pietrabbondante fino a Matera in Basilicata, attraversando i territori del Sannio e dell’Irpinia. Da Roma fino alle località di partenza, si giunge seguendo la via Francigena nel Sud (a piedi), oppure raggiungere con mezzi propri o pubblici. Da Matera a Santa Maria di Leuca si segue il percorso dell’Appia Antica fino a Brindisi e poi con la via Francigena nel Sud.

Descrizione del Percorso

Il Percorso da Venafro a Matera è lungo circa 400 Km e può essere effettuato a piedi, in bicicletta, oppure a cavallo. E’ consigliabile per chi lo percorre in bicicletta di studiare accuratamente la mappa per attraversare alcuni punti che sono transitabili solo a piedi. Invece, per chi vuole percorrerlo a cavallo deve pianificare prima di intraprendere il cammino, verificando i servizi a disposizione presso le strutture ricettive. Il percorso si suddivide in varie tappe consigliate, anche se, è a scelta del camminatore il tratto giornaliero da percorrere.